Per un nuovo protagonismo del “popolo dell’albero”

Che fine farà il “popolo dell’albero”? Avrà ricaricato le batterie per resistere fino alla prossima scenografia? L’esperienza vissuta con l’installazione del luminoso simbolo natalizio in piazza Castello, è emblematica di un clima e di un bisogno compensativo rispetto alla crisi. Un rito collettivo di passaggio nel percorso di ricerca di un più radicato senso di appartenenza.
Il timore è che questa modalità di “simpatia urbana” venga ritenuta però un fine, finanche un programma politico, e non un semplice, forse anche utile, mezzo per raccogliere la dispersione del quotidiano.
Serve una narrazione della quale il “popolo dell’albero” adesso si faccia protagonista e non semplice assuntore di dosi consolatorie di comunità. Con la stessa capacità con la quale mostra di saper convocare i suoi cittadini, quest’Amministrazione ora deve affrontare la sfida della partecipazione, che possa diventare un fattore di stabilità e non semplice “eroismo di giornata”.

Rete Campus, impegnata nella seconda sessione di lavori delle commissioni permanenti sui temi della “Democrazia e partecipazione”, “Servizi e dignità delle persone”, “Cultura, l’economia delle idee”, e “Città a scuola, scuola di città”,

CHIEDE AL SINDACO DI:

  • Chiarire eventuali ostacoli sul percorso verso il regolamento per la gestione dei beni comuni e chiede un confronto urgente tra Comune e associazioni rappresentative nei vari campi dell’impegno sociale e culturale.
  • Far conoscere, attraverso gli uffici competenti, se vi siano eventuali ostacoli normativi per avviare le procedure di indizione delle elezioni per i consigli di quartiere, perché essi diventino scuola di democrazia (Capo Il dello Statuto, art.73) e neutralizzare così la inveterata tradizione della creazione di comitati spontanei, spesso attivati a comando o strumentali a interessi di parti politiche.
  • Se siano state attivate iniziative per tradurre operativamente la promessa di una maggiore vicinanza alle problematiche delle contrade.
  • Se vi sia la volontà di procedere alla istituzionalizzazione della forma referendaria consultiva online su alcuni temi di maggiore impatto sociale (Statuto comunale, Cap IV, articoli 79, 80, 81 e 82).

SOLLECITA

  • L’istituzione (Cap. II dello Statuto, art. 74) della “Conferenza Economica Cittadina” con compiti consultivi di supporto alla programmazione e alla promozione dello sviluppo nei settori delle attività industriali, commerciali, artigianali e agricole.
  • L’istituzione della “Conferenza degli Enti e degli Operatori Culturali” per valorizzare e tutelare le risorse e i beni culturali della città, potenziare gli studi di storia locale e per il coordinamento degli interventi nel settore delle attività culturali in generale (Cap. II dello Statuto, art. 74).

Rete Campus è disponibile a contribuire fattivamente al percorso di sviluppo delle forme più significative di partecipazione attiva dei cittadini al confronto e al dibattito sulle questioni decisive per lo sviluppo di Benevento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...